Vendita e affitto case e attività commerciali a Ferrara

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Glossario

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA:

Cos'è

L'attestato di certificazione energetica esprime la quantità di energia necessaria per mantenere un immobile ad una temperatura di comfort, fornendo un'indicazione di massima dei costi di riscaldamento e raffreddamento del bene. Il consumo determina la classe energetica dell'immobile, individuata da lettere che vanno dalla A+ alla G, in maniera similare al sistema adottato per gli elettrodomestici.

Tale classificazione permette agli utenti finali di effettuare un confronto tra una pluralità di beni immobili.

Il certificato dura al massimo 10 anni dalla data di emissione e deve essere redatto ex novo ogni qualvolta vengano effettuati interventi significativi sull'immobile che ne cambino le caratteristiche energetiche (es. sostituzione caldaie o serramenti, interventi sulle coperture o sulle facciate, etc...)


Quando deve essere fatta la certificazione

La certificazione energetica è obbligatoria per la vendita di qualsiasi unità immobiliare a partire dal 01/07/2009: in assenza di tale documento il notaio non stipula l'atto di compravendita.

A decorrere dal 01/07/2010 l'obbligo della certificazione è esteso anche a tutte le locazioni.

La certificazione è inoltre necessaria per poter usufruire, in sede dei dichiarazione dei redditi, delle agevolazioni fiscali per il risparmio energetico (55% di detrazione delle spese sostenute).


A chi rivolgersi?

La certificazione può essere redatta solo da tecnici abilitati ed iscritti all'albo dei certificatori della Regione Emilia Romagna. Tali soggetti devono essere indipendenti sia rispetto all'immobile che vanno a certificare sia rispetto ai proprietari dello stesso (i.e. Il progettista di un'abitazione non può essere lo stesso soggetto che redige il suo certificato energetico).


Quanto costa una certificazione?

Il costo della certificazione dipende da vari fattori tra cui i principali sono la conformazione dell'unità immobiliare (dimensioni e tipologia) e la disponibilità di documentazione sulle sue caratteristiche principali (es. libretti di caldaia, disegni, certificazioni di serramenti, etc...).


IL GLOSSARIO IMMOBILIARE

Acconto prezzo: anticipazione del pagamento complessivo che dovrà essere effettuato al termine della transazione dall'acquirente.


Agibilità: certificato che attesta l'idoneità di un'unità immobiliare ad essere utilizzata come abitazione secondo i requisiti stabiliti dalle leggi. Sostituisce il precedente certificato di abitabilità.


Assegno bancario: titolo di credito emesso dal titolare di un conto corrente bancario.


Assegno circolare: titolo di credito emesso direttamente da una banca. E' sicuro e certo quanto il denaro contante.


Caparra confirmatoria: somma di denaro con natura risarcitoria in caso di inadempienza di una delle due parti coinvolte. Nel caso la parte inadempiente sia quella che ha versato la caparra (acquirente), questa potrà essere trattenuta a titolo di risarcimento dalla parte venditrice. Nel caso sia questo ultimo (venditore) a non adempiere ai propri doveri, egli dovrà risarcire il doppio della caparra incassata dall'acquirente. E' inoltre, facoltà della parte non inadempiente richiedere l'esecuzione o la risoluzione del contratto.


D.I.A: denuncia di inizio attività ovvero progetto depositato in comune dal proprietario di un immobile, al fine di apportarne modifiche interne o esterne di non rilevante entità.


Donazione: atto con il quale una persona decide di trasferire gratuitamente un bene nel caso specifico a carattere immobiliare) a favore di un terzo.


Euribor: “Euro Interbank Offered Rate” ovvero tasso interbancario di riferimento per mutui ipotecari a tasso variabile. E' espresso attraverso una percentuale, che sommata allo Spread, determina il tasso variabile finito.


Eurirs: “Euro Interest Rate Swap” ovvero tasso interbancario di riferimento per mutui ipotecari a tasso fisso. E' espresso attraverso una percentuale, che sommata allo spread, determina il tasso fisso finito.


Fidejussione: impegno sottoscritto da un terzo al pagamento di una somma, nel caso in cui il debitore risulti inadempiente. Può essere personale, bancaria, assicurativa, ecc....


Granzia da vizi ed evizioni: garanzia che il bene immobile non presenti difetti che lo rendano non idoneo al suo utilizzo (vizi) ovvero che la sua proprietà possa essere rivendicata da terzi (evizione).


Ipoteca volontaria: diritto reale, iscritto su un immobile a favore di una banca, a titolo di garanzia per il risarcimento di un prestito rilasciato dalla stessa.


Ipoteca giudiziale: diritto reale iscritto da un giudice su un immobile a favore di un terzo creditore.


Nota di trascrizione: documento che attesta l'avvenuta registrazione della compravendita e dell'atto di mutuo.


Nuda proprietà: proprietà di un bene immobile sul quale grava un diritto di usufrutto da parte di un terzo. Il proprietario non può godere del bene fino al decesso dell'usufruttuario o fino alla cessazione dell'accordo.


Permesso di costruire: autorizzazione, che sostituisce la Concessione Edilizia e la Licenza Edilizia, richiesta al Comune per la realizzazione di nuovi edifici o la trasformazione di edifici esistenti con la creazione di nuovi volumi o di nuova superficie.


Piano d'ammortamento: prospetto nel quale sono indicate le modalità, le scadenze e gli importi (capitale + interessi) da versare alla banca per estinguere l'importo totale del mutuo.


Pignoramento: ingiunzione effettuata da un ufficiale giudiziario a un debitore al fine di avviare l'espropriazione forzata di beni mobili e immobili.


Sanatoria: atto di regolarizzazione di un abuso edilizio al fine di mettere in regola sotto l'aspetto urbanistico un bene immobile.


Servitù: peso/gravame imposto su un bene immobile per l'utilità di un altro bene immobile di un diverso proprietario. In caso di servitù di passaggio si distingue in:

Attiva: sfrutta la proprietà altrui per il passaggio.

Passiva: concede a terzi il passaggio sul proprio fondo.


Spread: reale guadagno della banca. E' espresso attraverso una percentuale (vedi definizione Euribor-Eurirs).


Rogito notarile: atto pubblico o scrittura privata autenticata redatta da un notaio in cui si trasferisce tra due o più parti la proprietà di un immobile o di diritti su di esso.


Successione: subentro nella proprietà di un bene immobiliare da parte degli eredi.


Usucapione: modalità di acquisto della proprietà di un bene tramite il possesso continuativo, pacifico e pubblico dello stesso per un periodo di 20 anni.


Usufrutto: diritto di godimento di un bene altrui da parte di un soggetto (usufruttuario) diverso dal proprietario. Il diritto di usufrutto è personale e non cedibile a terzi.


Fonte originale: www.tempocasa.com