Vendita e affitto case e attività commerciali a Ferrara

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Il territorio: Ferrara e dintorni

Percorsi turistici, escursioni ed itinerari consigliati

Scegliere Ferrara e la sua provincia significa fissare un appuntamento con la storia e la natura, l'arte e la cultura italiana: il sorriso sereno con cui accoglie il visitatore nasconde infinite sorprese. Ampia è infatti la varietà di itinerari proposti al viaggiatore che, senza fretta, intenda percorrere vie cittadine, strade di campagna, argini a piedi o in bicicletta, fra opere d'arte e bellezze naturali ed accolga le proposte dei percorsi suggeriti in questa sezione.


ALCUNI ITINERARI CONSIGLIATI PER VOI:


Ferrara: le Mura

Ferrara, città di straordinaria suggestione e Patrimonio Unesco, è circondata da un anello di antiche mura ancora oggi integro, interamente percorribile in bicicletta.
Il percorso, lungo 9 chilometri, permette di ammirare la suggestiva cinta muraria della città: un miracoloso connubio di bellezza monumentale e funzionalità bellica, con torrioni, garitte, cannoniere, passaggi protetti in realtà mai utilizzati.
Comodi percorsi attrezzati e ciclabili sulla sommità o alla base della cinta fortificata consentono di passeggiare tra il rosso delle pietre e il verde delle essenze locali, quali il tiglio, il platano, l'ippocastano, la quercia, l'acacia, intervallate da siepi di tasso, edera e bosso.

Torna a inizio pagina

Il ghetto Ebraico di Ferrara

La comunità ebraica di Ferrara ha origini antichissime e la città conserva numerose testimonianze della sua storia: dal periodo di massima fioritura sotto la protezione gli Estensi a quello della segregazione nel quartiere del 'ghetto' durante il dominio pontificio e l'epoca fascista. Gli opuscoli di questa pagina forniscono interessanti spunti per la conoscenza e la visita dei luoghi della Ferrara ebraica.

Torna a inizio pagina

Il Centro Storico di Ferrara

Fino al XII secolo il ramo principale del Po, che ora scorre alcuni chilometri a nord della città, passava sotto le mura meridionali: qui sorgeva il porto fluviale, per lungo tempo trafficato crocevia di merci.
A sud del Castello Estense e della Cattedrale sorge quindi la città più antica, estesa longitudinalmente lungo le rive del grande fiume e intersecata dalle strade che mettevano in comunicazione il porto con la zona dei mercati. Qui la trama urbana, larga parte intatta, è ben leggibile nelle strade attorno alla famosa Via delle Volte, con scorci di grande suggestione ed importanti edifici civili e religiosi.

Torna a inizio pagina

Il Bosco della Mesola

Una piacevole escursione tra i sentieri ombreggiati del Gran Bosco della Mesola, uno degli ultimi e meglio conservati esempi di bosco di pianura. Tra la verdeggiante boscaglia è possibile avvistare esemplari di cervo della Mesola, specie autoctona della zona, e di daino, oltre alla moltitudine di uccelli che vi nidificano.

Torna a inizio pagina

L'Oasi di Campotto

Una piacevole escursione tra i sentieri ombreggiati del Gran Bosco della Mesola, uno degli ultimi e meglio conservati esempi di bosco di pianura. Tra la verdeggiante boscaglia è possibile avvistare esemplari di cervo della Mesola, specie autoctona della zona, e di daino, oltre alla moltitudine di uccelli che vi nidificano.

Torna a inizio pagina

Cicloturismo sul fiume Po

Ferrara, città di straordinaria suggestione e Patrimonio UNESCO, è circondata da un anello di antiche mura ancora oggi integro, interamente percorribile in bicicletta.
Il percorso, lungo 9 chilometri, permette di visitare le suggestive Mura della città: un miracoloso connubio di bellezza monumentale e funzionalità bellica.
Comodi percorsi attrezzati e ciclabili sulla sommità o alla base della cinta fortificata consentono di passeggiare tra il rosso delle pietre e il verde delle essenze locali, quali il tiglio, il platano, l'ippocastano, la quercia, l'acacia, intervallate da siepi di tasso, edera e bosso.
Questo itinerario urbano si unisce al percorso cicloturistico "Destra Po" attraverso l'agevole collegamento ciclabile che dal parco urbano "Giorgio Bassani" attraversa un tratto di campagna ancora intatta alle porte della città.

Torna a inizio pagina

Fotogallery del territorio: